Le migliori fornitori di VPN del 2018

Benvenuti nella guida di Cloudreviews.info per scegliere la migliore VPN. Nel corso delle prossime migliaia di parole parleremo di cosa sono le VPN, perché dovreste usarle e come scegliere quella che fa per voi. Tuttavia, per quelli di voi che hanno più cose da fare che navigare in internet, possiamo già dirvi che per la maggior parte delle persone la maggior parte del tempo, ExpressVPN sembra essere il biglietto, leggere la nostra recensione completa ExpressVPN per scoprire perché.

best vpn provider

Questo non significa che si può solo buttare fuori le nostre altre recensioni VPN con la spazzatura, tuttavia, come ci sono un sacco di altri giocatori là fuori che forse colpirà il vostro sweet spot solo un po ‘meglio. Se vuoi vedere a colpo d’occhio quali sono le caratteristiche di tutti i principali provider VPN, consulta il nostro grafico di confronto VPN.

Per quelli di voi che hanno ancora difficoltà a orientarsi nel concetto di VPN, diamo un’occhiata a quello che sono, prima di passare a quello che pensiamo li renda utili e a come le persone possano decidere quale sia il provider migliore per loro. Se si desidera saltare il muro di testo e ottenere direttamente a ciò che più conta per voi, l’indice dovrebbe aiutare.

Migliori fornitori VPN 2018

Cos’è una VPN?

Una rete privata virtuale rende essenzialmente la connessione a Internet tutto tuo. Invece di passare attraverso un server pubblico gestito dal provider di servizi Internet, una VPN vi collegherà a un server diverso attraverso un cosiddetto tunnel sicuro. Quel server poi ti connette alla rete più ampia, tenendoti al riparo da occhi indiscreti.

L’effetto è che il tuo indirizzo IP è sconosciuto a qualsiasi sito a cui ti colleghi, che non sembra così comodo fino a quando non ci pensi un po ‘più lontano. Molti servizi su internet, Netflix è l’esempio più famoso, limiterà ciò che si può guardare a seconda della vostra posizione geografica. Utilizzando una VPN, si può far apparire come se si stesse accedendo al servizio da un altro paese completamente, eludendo così i cosiddetti geoblocchi.

Le VPN sono naturalmente molto più che fornitori di intrattenimento. La privacy che offrono può proteggervi dagli sguardi indiscreti delle agenzie governative, così come dai marketer affamati di dati e dai loro alleati ISP.

Anche se questo può sembrare inutile ad alcuni che punta il dito “se non hai nulla da nascondere, non hai nulla di cui preoccuparsi” linea, dissenso in paesi che censurano internet come il Vietnam e la Cina sarebbe impossibile senza VPN (abbiamo un articolo sulla migliore VPN per la Cina e un articolo sulla censura in Cina).

In breve, le VPN sono probabilmente uno degli strumenti più importanti di cui disponi quando si tratta di proteggerti da spie e criminali informatici durante la navigazione. Anche se non ci sono le uniche precauzioni che si consiglia di prendere, leggere la nostra guida sulla privacy online per saperne di più su questo, sono un primo passo nella direzione giusta.

Come funziona una VPN

Abbiamo una guida completa VPN per il vostro esame, ma per coloro che sono grandi nella cosa tl;dr (non preoccupatevi, così siamo noi), vi daremo il downlow in pochi paragrafi qui.

Iniziamo dall’inizio: quando si accede a Internet, lo si fa attraverso una connessione tra il proprio indirizzo IP (che sta per Internet Protocol ed è fondamentalmente il sistema di indirizzi di Internet) ad un altro. Proprio come l’invio di un messaggio tramite posta lumaca, tutto ciò che stai facendo funziona solo se tutti utilizzano l’indirizzo giusto.

Tuttavia, proprio come con il post, non sempre si può desiderare che la gente sappia chi sei. Mentre questa frase può evocare rivoluzionari wannabe invio di antrace attraverso la posta, non dobbiamo dimenticare le persone che inviano informazioni private o riservate attraverso il post, non si vorrebbe che i tuoi vicini sapendo che regolarmente ordinare roba fuori siti del sesso o organizzare le vostre finanze attraverso una banca particolare.

Nello spazio della carne risolviamo questo dilemma con buste vuote e caselle postali anonime – i tuoi sex toys non arrivano in una grande scatola da vermiglio con “Dick’s Discount Dildoes” impresso – mentre su internet possiamo, per esempio, criptare le nostre email. Quando si visitano i siti, o lo streaming o torrenting, tuttavia, è meglio solo utilizzando una VPN e cancellare ogni traccia della vostra presenza, invece.

Invece di accedere direttamente a un sito, la connessione Internet viene instradata attraverso il server del servizio VPN, invece, ingannare il destinatario a pensare di essere, in modo efficace, a tale indirizzo. Così, ad esempio, si può guardare U.S. Netflix (che ha un’offerta molto più ampia di quella di altri paesi) pur essendo in Gran Bretagna o in Australia. È sufficiente instradare il traffico attraverso un server VPN negli Stati Uniti.

Si noti che in questo modo si rivela la maggiore debolezza delle VPN: rallentano il traffico. I servizi VPN più veloci possono solo rallentare il 10-20%, mentre i servizi più lenti possono richiedere fino a 80 minuti dalla velocità (ouch). Il modo migliore per mantenere alto l’Mbps è quello di trovare non solo provider veloci, ma anche quelli con una grande distribuzione geografica dei server; in questo modo ce n’è sempre uno vicino a te (la distanza è importante).

Sicurezza VPN

Ora che abbiamo parlato un po’ del tunnel, parliamo un po’ di come protegge esattamente il vostro traffico internet. Abbiamo, naturalmente, un articolo approfondito sulla sicurezza VPN, ma ecco il riepilogo.

Anche se ovviamente non è un tunnel fisico, è utile per immaginarlo come tale, collegando il computer al server del servizio VPN. Il traffico Internet passa attraverso di esso, e arriva sicuro e suono al server, dove viene poi trasmesso a Internet nel suo complesso, più o meno.

Chiunque voglia vedere cosa stai facendo può solo vedere l’indirizzo IP del server VPN, perché il tuo è più o meno nascosto dietro di esso. Tuttavia, la chiave qui è che la crittografia deve essere forte, o le persone possono semplicemente guardare in ogni momento. Si tratta di un aspetto molto importante da eliminare: il traffico su Internet è intrinsecamente insicuro.

L’unico modo per assicurarsi che ciò che si sta facendo su internet rimanga privato è avere un tunnel e poi crittografarlo. Questo è anche il modo in cui dici alle buone VPN di quelle cattive (cosa fa qui la recensione di PureVPN?): queste ultime a volte non hanno alcuna crittografia – rendendole tecnicamente dei proxy – o la hanno così debole che chiunque con una volontà può romperla (vedi il nostro articolo dove confrontiamo VPN vs proxy vs TOR per saperne di più sulle differenze tra questi).

Le migliori VPN, d’altra parte, avranno una crittografia ad alta resistenza o addirittura una doppia, dove chi cerca snoop continuerà a imbattersi in un muro di codice che lo terrà lontano. Ci sono molti di questi protocolli di crittografia, alcuni più utilizzati di altri, con i più popolari sono IPSec, L2TP, OpenVPN e PPTP.

Abbiamo un articolo sulle differenze tra PPTP e OpenVPN se volete saperne di più su come i protocolli fanno quello che fanno, ma per questo articolo di panoramica salteremo a discutere i meriti di tutti questi diversi tipi di crittografia per evitare di seppellirvi in technobabble. Laymen sarà probabilmente felice di sapere che c’è un tunnel tra il computer e il server VPN che mantiene i dati al sicuro da occhi indiscreti.

Privacy VPN

Ora che sappiamo come funziona una VPN e come mantiene il traffico sicuro, parliamo un po’ di più del perché. Il fatto è che siamo stati spiati. Noi kinda sapevamo da quando è stato approvato il Patriot Act che gran parte del traffico mondiale era monitorato in nome della lotta al terrorismo, ma da quando Edward Snowden ha versato i fagioli, non c’è dubbio: siamo sotto osservazione.

Oltre al monitoraggio da parte del governo, è necessario preoccuparsi anche del proprio provider di servizi Internet. Il mondo moderno potrebbe non esistere senza gli ISP, ma hanno sempre dimostrato di non essere nostri amici quando si tratta dei nostri dati. I legislatori europei hanno dimostrato una notevole lungimiranza quando si tratta di proteggere i dati dei cittadini dalla vendita da parte degli ISP, i legislatori americani hanno scelto molto Comcast, Time Warner, ecc.

A questo si aggiunge la possibilità reale che la neutralità della rete possa essere revocata negli Stati Uniti, ed è praticamente imperativo che chiunque in quel paese utilizzi una VPN (anche se non è chiaro come qualsiasi decisione della FCC sulla neutralità della rete possa influenzare le VPN), solo per assicurarsi che le loro informazioni personali non diventino l’ennesima merce di scambio in qualsiasi gioco di società di poker e politici stiano giocando negli Stati Uniti.

Se le multinazionali e le spie non bastassero a preoccuparsi, anche i criminali sono sempre interessati a mettere le mani sui tuoi dati, sia per usarli per i propri fini (pensiamo ai numeri di carta di credito) sia per venderli ai marketers (non la professione più pulita e frizzante). Un buon esempio in cui una VPN vi aiuterà a proteggervi dai criminali è quando usate il WiFi pubblico dirottato: provate come potrebbero, gli hacker non saranno in grado di afferrare i vostri dati.

Finora i vantaggi di mascherare i dati con una VPN, passiamo ora a come è utile essere in grado di nascondere la vostra posizione da qualsiasi sito web si sta visitando.

VPN e Geoblocchi

In generale, la ragione principale per cui la maggior parte delle persone si interessa per la prima volta alle VPN non è quella di proteggersi, ma piuttosto di guardare Netflix. Anche se sarebbe facile mettere un ghigno qui, il fatto è che qualsiasi motivo per iniziare a utilizzare uno è un buon motivo, quindi siamo sempre felici di raccomandare la nostra migliore VPN per Netflix e migliore VPN per BBC iPlayer picks.

VPN e Netflix (e ogni altro sito di streaming)

Netflix è un ottimo esempio di geoblocco perché è uno dei siti più visitati al mondo – ci sono circa tre paesi in cui il servizio non è disponibile e nessuno di loro è esattamente luoghi di vacanza – ma ha anche biblioteche molto diverse da paese a paese.

Netflix negli Stati Uniti ha circa 5.000 spettacoli e film disponibili, per esempio, mentre Netflix nella maggior parte dei paesi europei ne ha più di 3.000. Non si tratta solo di quantità: Netflix U.S. ha pochi o nessun film di Marvel, mentre Netflix nei Paesi Bassi ha tutti, ma le ultime uscite in mostra.

Come abbiamo discusso nel nostro articolo sul divieto di Netflix VPN, questo può sembrare un po ‘ingiusto, soprattutto perché tutti in tutto il mondo paga più o meno Netflix la stessa quantità (tra i tassi di cambio e tutti gli europei sono circa il 15 per cento peggio degli americani, mentre gli asiatici pagano un po’ meno).

La soluzione, quindi, è semplice: ottenere un proxy, instradare il traffico attraverso di lì e, voila, Netflix è lo stesso per tutti. Non del tutto: Netflix ha rapporti con distributori di tutto il mondo, ognuno dei quali ha rapporti con diverse case cinematografiche, il che significa che se si accede a Netflix di un altro paese e si guarda un film che non si potrebbe altrimenti, si sta effettivamente facendo perdere quel reddito a qualcun altro.

Anche se pochi lettori sono in grado di lasciare una lacrima per i magnati poveri film, si apre Netflix a potenziali disaccordi, che a sua volta ha portato a uno dei sistemi di prevenzione VPN più avanzati al mondo in via di sviluppo. Netflix rileva rapidamente e facilmente se sei dove dici di essere.

La maggior parte delle VPN non sono adatte per la sfida di Netflix, il che significa che solo poche, come abbiamo già detto, sono all’altezza del compito. Anche in questo caso, tuttavia, potrebbe essere necessario scorrere i server di tanto in tanto per evitare di essere scoperti da Netflix (e ottenere il temuto errore proxy di Netflix).

VPN e censura

Questo gioco di gatti e topi tra consumatori e Netflix si presenta come un libro per ragazzi vecchio stile in cui l’eroe ha bisogno di stare davanti a qualche insegnante medio o qualcosa del genere. Alla fine, però, è tutto praticamente innocuo e Netflix non censura il tuo account o qualsiasi altra cosa quando ti ritrovi bloccato; tutto quello che devi fare è semplicemente scollegare la VPN ed essere un bravo ragazzo (o, sai, provare un altro server).

Le cose sono un po’ diverse in altri climi, però, soprattutto in luoghi con un’interpretazione più autoritaria di ciò che si può dire e di ciò che non si può dire su Internet. L’esempio che di solito viene in mente è la Cina con i suoi due milioni di censura a strascico attraverso tutte le comunicazioni online, anche se potrebbe benissimo essere l’Iran o il Vietnam, dove qualcuno si mette nei guai per non essere d’accordo con il governo in un forum online.

Per le persone in questi paesi, le VPN sono molto meno un caso di capriccio e più un caso di sopravvivenza, siano essi attivisti dei diritti umani, uomini d’affari o semplicemente persone che vogliono esercitare il loro diritto universale di parlare la loro mente. Infatti, poiché i sistemi di rilevamento VPN diventano più intelligenti, c’è una minaccia reale per questi gruppi che devono usarli per vivere una vita paragonabile a quella del mondo occidentale.

Cosa cercare in una VPN

Se prendiamo insieme tutte le considerazioni di cui sopra, che tipo di criteri potreste utilizzare per decidere tra i diversi provider VPN? Diamo un’occhiata qui sotto a quello che qui a Cloudwards.net pensare sono le cose più importanti da tenere a mente, così come alcuni fornitori che vi servirà bene in ogni aspetto.

Facilità d’uso

Non importa quanto sia sicura, privata o veloce una VPN a meno che non si possa facilmente capire come usarla, ed è per questo che abbiamo messo l’usabilità come nostro primo criterio. Come tutti sappiamo, alcune applicazioni e programmi sono solo un semplice pasticcio vecchio, con i pulsanti in luoghi illogici, strana terminologia e menu a strati strano che ti fanno mettere in discussione la salute mentale dei progettisti e il rispetto per l’umanità.

Tutti i fornitori qui sotto hanno messo un po ‘di buon senso nella loro progettazione di interfacce, rendendo così si utilizzerà il loro programma come un professionista con poche ore di prima cottura in su. Per esempi di come questo non dovrebbe essere fatto, date un’occhiata alla nostra recensione di ZenMate e a quella di TunnelBear.

ExpressVPN

Con un’interfaccia semplificata che consente di connettersi al server desiderato in pochi secondi, ExpressVPN prende il nastro in questa sezione. L’applicazione è esattamente questo, una app in stile smartphone che si può muovere intorno allo schermo e occupa poco spazio. La connessione a un server si effettua premendo il pulsante honking grande proprio al centro e la selezione del server è una questione di premere un altro pulsante.

Oltre a questo, ExpressVPN non confonde con troppe opzioni, la maggior parte dell’azione avviene sotto il cofano. Se si desidera modificare qualcosa, si dovrà invece fare i conti con i file di configurazione. Questo può prendere il divertimento di usarlo per alcuni geek, ma la maggior parte degli utenti probabilmente apprezzeranno l’approccio no-frills.

NordVPN

NordVPN ha probabilmente la migliore interfaccia grafica tra le VPN. Si utilizza il programma principalmente attraverso la schermata principale, che è una mappa di tutte le posizioni del server. Ti dà una grande sensazione di sala di controllo e soddisferà le tue ambizioni nascoste di governare il mondo, anche se probabilmente solo temporaneamente. Il collegamento è facile come fare clic su un marcatore di posizione.

Se volete un po’ più di dettaglio, NordVPN vi offre anche questo, ma la ricchezza di informazioni che vi arriva può essere un po’ travolgente. Questo è il motivo principale per cui ci sentiamo un po’ più a nostro agio nel raccomandare l’ExpressVPN, dato che a volte con NordVPN si passa troppo tempo a scorrere gli elenchi dei server.

CyberGhost

CyberGhost adotta un approccio diverso rispetto agli altri due in questa sezione: invece di fornire un’interfaccia e consentire di capire dove connettersi, fornisce “profili”, comportamenti Internet attesi, quindi personalizza un server a propria scelta. Si può ancora, naturalmente, farlo nel modo vecchio stile, ma CyberGhost si aspetta ovviamente che i meno esperti utilizzino il suo servizio e scommettiamo che questo approccio possa funzionare molto bene.

Ne abbiamo classificati tre, tuttavia, perché gli utenti più esperti possono trovarsi un po’ bloccati dai profili. Inoltre, non è sempre chiaro cosa fanno certi toggles nelle impostazioni, che richiedono un viaggio alla sezione di supporto del sito web. Detto questo, tuttavia, come potete leggere nella nostra recensione di CyberGhost, il servizio batte ancora la maggior parte della concorrenza di un miglio.

Velocità

Quando parliamo di velocità nelle VPN, ci riferiamo in realtà a quanto vi rallentano; nessuna VPN accelererà la connessione in modo abbastanza doloroso. Le migliori VPN vedranno solo un rallentamento di pochi punti percentuali quando si collegano a un server vicino, mentre le peggiori potranno diminuire del 60-80 percento, anche per un server a poche centinaia di chilometri di distanza.

Il trucco sembra essere quello di assicurarsi che il servizio che ti piace ha anche buoni server in tutti i posti giusti, o almeno vicino a loro. L’unico buon modo per testare questo è semplicemente provare un servizio e poi pasticciare con tutte le diverse posizioni che offrono, o avere persone come noi fare quel po ‘di sollevamento pesante per voi. Detto questo, diamo un’occhiata a tre VPN molto veloci.

ExpressVPN

La nostra VPN preferita per molte ragioni, l’attrazione principale di ExpressVPN è la velocità folle che fornisce. Anche se non tutti i server forniranno lo stesso chilometraggio grande, si può sempre passare a quello successivo se non ti piace quello che hai scelto, ci sono oltre 1500 server in 94 paesi, quindi uno è destinato a fare bene.

L’analisi del servizio ha dimostrato che la velocità rallenta di circa il 10-15 per cento nel giro di poche centinaia di chilometri, per poi diminuire costantemente da lì, con un calo del 45-50 per cento dei collegamenti transatlantici (testato in Europa occidentale) con la costa orientale degli Stati Uniti. Questo è abbastanza buono per qualsiasi standard, anche se significa che si desidera una certa larghezza di banda seria se si vuole guardare Netflix Stati Uniti dall’Europa.

Private Internet Access

Private Internet Access è uno dei soldati più fermi nella battaglia per la rete ed è uno dei VPN più veloci, per l’avvio. Durante il test per la nostra ultima revisione PIA, il servizio battere facilmente tutti gli altri ad eccezione di ExpressVPN. Ciò è in parte dovuto al fatto che PIA utilizza un protocollo di crittografia più leggero rispetto alle altre due voci dell’elenco, ma è comunque impressionante.

Lo svantaggio qui, tuttavia, è che al di fuori degli Stati Uniti, la copertura del server è un po ‘scarsa, quindi si perde un po’ di velocità semplicemente perché si sta connettendo a un server più lontano. Se, tuttavia, si dispone di un server PIA dietro l’angolo proverbiale, vedrete accanto a nessun drop-off.

NordVPN

Un terzo molto vicino, NordVPN ha fatto molto bene nei nostri test per la nostra recensione NordVPN. Anche se ha solo circa la metà dei server ExpressVPN fa in poco più di 50 paesi, in genere funziona bene entro poche centinaia di chilometri dalla vostra posizione. Tuttavia, la sua velocità di bandiera piuttosto difficile quando si va transatlantico, quindi non è il migliore per Netflix o BBC iPlayer su lunghe distanze.

In generale, però, i cali di velocità sono solo di pochi punti percentuali superiori rispetto all’ExpressVPN, il che significa che è ancora ben al di sopra della curva rispetto alla maggior parte degli altri. Aggiungete alla sua rete estesa, e NordVPN, come ExpressVPN e PIA, manterrà la vostra connessione veloce.

Posizioni dei server

Abbiamo lasciato che brillare attraverso un po ‘nell’ultima sezione, ma in un certo senso la posizione dei server e la velocità sono direttamente correlati, semplicemente perché server più vicini significa velocità migliori. Inoltre, avere più server distribuiti geograficamente tra cui scegliere significa che avrete più opzioni per aggirare i geoblocchi e buttare via gli snoopers. Si noti, tuttavia, che non basta avere un sacco di server: reti larghe sono dove si trovano, soprattutto se si viaggia molto.

ExpressVPN

ExpressVPN può avere solo un server circa per posizione, ma le macchine stesse sono potenti e le posizioni diverse, se non addirittura esotiche. Non sono molti i servizi che ti permettono di connetterti ad Algeri o Vientiane. Naturalmente, anche luoghi più regolari sono forniti, come New York o Amsterdam, ma è ancora abbastanza pulito si può navigare da qualche luogo che probabilmente non farà mai fisicamente piede in.

NordVPN

Anche se nessun provider ha la diffusione di ExpressVPN, pochi possono battere il volume di server che NordVPN offre. Quasi tutti i paesi sulla mappa NordVPN hanno diversi server (di solito decine, se non di più), dandovi un sacco di scelta quale funziona meglio per voi. Aggiungete a questo uno spread di server decente, e sarete nel business.

CyberGhost

CyberGhost potrebbe non essere il più rappresentato in Nord America, Asia o America Latina, ma nessun altro servizio ha altrettanti server nei paesi europei. Non solo ogni singolo paese del continente è coperto – anche luoghi esotici come la Bosnia e la Moldavia hanno diversi server – sono tutti in buona salute, anche, il che significa che sarete sempre un po ‘di grande velocità.

Sicurezza

Da non confondere con la privacy, di cui parleremo nella prossima sezione, la sicurezza riguarda il modo in cui un fornitore mantiene al sicuro i vostri dati. Alcuni dei peggiori provider VPN non si preoccupano nemmeno di crittografare il tunnel, lasciandovi pensare di essere al sicuro quando non lo siete (il peggiore, come Hola VPN, può anche schiavizzare il vostro computer in una rete bot).

I seguenti tre provider garantiscono tutti un elevato standard di crittografia, oltre a qualche altra funzione aggiuntiva che ti garantirà la sicurezza durante la navigazione e il download.

ExpressVPN

Ancora una volta siamo leader con ExpressVPN semplicemente perché non solo offre una vasta gamma di eccellenti opzioni di sicurezza, ma consente anche di personalizzarle come si desidera, anche se sarà necessario passare sotto il proverbiale cofano e pasticciare con i file di configurazione OpenVPN. Non è difficile, ma è un passo in più.

Il servizio consente di scegliere tra diversi protocolli, ciascuno con i propri pro e contro, così come i tipi di crittografia. Inoltre, è dotato di protezione contro le perdite DNS e di un interruttore che termina la connessione se la VPN smette di funzionare anche solo per un secondo. Quest’ultima caratteristica è particolarmente importante per le persone che eludono la censura e i torrenti, in quanto non dovranno guardare la loro connessione come un falco, pregando che tiene.

NordVPN

Un altro grande provider sicuro, NordVPN offre meno opzioni rispetto a ExpressVPN, ma le offre direttamente nell’app stessa piuttosto che attraverso i file di configurazione. Lo svantaggio qui è che la sicurezza eccellente NordVPN rallenta il servizio un po ‘, senza alcun modo di configurarlo da soli, come, ad esempio, PIA fa.

Il punto di forza di NordVPN è la cosiddetta crittografia a doppio hop attraverso i server DoubleVPN, che consente di far passare un tunnel attraverso un server prima di farlo passare attraverso un altro. Questo rallenta la connessione qualcosa di terribile, ma lo rende praticamente irrecuperabile.

CyberGhost

Il terzo è CyberGhost, che offre 256-AES direttamente fuori dal cancello come i due di cui sopra, ma non ha ancora la gamma di opzioni che offrono. Detto questo, è ancora un servizio eccellente che rende una scelta solida quando lo si utilizza, soprattutto quando è collegato ai suoi server torrenting o attraverso i server di specialità per le persone che vivono in paesi liberi dalla democrazia.

Privacy

Una cosa è proteggere una connessione, un’altra è proteggere i dati. Come abbiamo detto in precedenza, una VPN è in una posizione eccellente per raccogliere semplicemente tutti i dati e poi venderli su se stessi, motivo per cui si desidera un servizio che è dimostrato di tenere i registri. I log, in questo caso, sono fondamentalmente il foglio di registrazione per internet e possono mostrare dove ti trovi e cosa stavi facendo in qualsiasi momento.

Di seguito sono riportati tre servizi che, in nessun caso, terranno log di alcun tipo, nemmeno i cosiddetti metadati (che sono informazioni su ciò che si stava facendo, non sempre completamente anonimizzati).

ExpressVPN

ExpressVPN non tiene alcun registro, anche se tiene traccia di quanta larghezza di banda si consuma senza alcun dato identificabile. Se in qualche modo si è ancora in grado di dare un’occhiata a ciò che si sta facendo, gli indirizzi IP del servizio sono condivisi da più utenti, una palla di filato che è impossibile da dipanare. Se in qualche modo qualcuno è stato in grado di ottenere un mandato su ExpressVPN, la sua sede è nelle Isole Vergini Britanniche, che ha alcune delle migliori leggi sulla privacy del mondo.

VyprVPN

Un altro servizio con una severa politica di privacy senza vincoli, VyprVPN raccoglie alcuni dati sul volume di utilizzo ed è questo. Come ExpressVPN, ha anche sede in un territorio britannico d’oltremare, i famigerati St. Kitts e Nevis, e offre il suo speciale protocollo Chameleon, che impedisce di essere rilevati durante l’utilizzo della VPN.

NordVPN

Lo stesso vale per NordVPN: il servizio ha sede a Panama (si sa, quel paese dove i ricchi e i potenti stavano riponendo i loro contanti perché sa come tenere segreto?) e quindi non può rispettare la maggior parte dei mandati; anche se un mandato è stato notificato, però, non c’è nulla da consegnare perché NordVPN non è strettamente un tronco.

Servizio Clienti

Tutto ciò è positivo, naturalmente, ma cosa fai se c’è un problema di qualche tipo, o se hai una domanda? Ci sono poche cose così fastidiose come dover aspettare una risposta o per affrontare un carosello di tecnici indifesi prima di scoprire finalmente l’unica cosa che è necessario iniziare a utilizzare un servizio di nuovo.

Ancora una volta, non tutti i servizi sono creati uguali, ma tra i nostri soliti sospetti sono alcuni servizi che fanno molto bene davvero nel trattare con i clienti, offrendo un servizio 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e con personale ben addestrato (si noti che l’ora del giorno può influenzare i nostri risultati sotto).

CyberGhost

CyberGhost non ci ha ancora lasciato appesi durante l’elaborazione di una richiesta: offre sia chat dal vivo che supporto email e risponde sempre in modo rapido e completo. Durante la stesura della nostra recensione su CyberGhost abbiamo incontrato alcune difficoltà tecniche e le risposte ci hanno permesso di tornare a utilizzare l’app in pochi minuti.

ExpressVPN

In secondo luogo, grazie a un tempo di attesa più lungo di circa cinque minuti, ExpressVPN si prende cura dei propri utenti. Il personale è disponibile e competente e se per qualche motivo non conosce la risposta a qualsiasi tua richiesta, ti indirizzerà al prossimo agente senza alcun problema.

NordVPN

NordVPN ha un altro team di servizio clienti fulmineo che sembrano tutti in possesso di comp. sci. gradi. Le risposte sono consegnate entro circa quindici minuti e sono sempre sul denaro.

Prezzi

Abbiamo salvato il risultato alla fine dell’elenco: quanto costa utilizzare un servizio? Abbastanza dolorosamente, Cloudreviews.info preferito ExpressVPN non ha fatto questa sezione come, a poco più di $ 8 al mese, è piuttosto costoso.

Di seguito sono riportati i tre fornitori che offrono il prezzo più basso mensile, anche se si noti che questo è quando ti iscrivi per il piano annuale. Inoltre, si prega di notare che non abbiamo incluso nessuno dei nostri migliori servizi VPN gratuiti, né alcun servizio a buon mercato con record di traccia male; per il perché su questo, si prega di leggere la nostra recensione SaferVPN o recensione VPNUnlimited.

Private Internet Access

A poco più di $ 3 al mese, PIA è un furto assoluto, considerando che si ottiene un servizio completo con tutte le campane e fischietti. Se sei a basso costo, non accettare sostituti

VyprVPN

Con un abbonamento mensile di $5, il pacchetto base di VyprVPN è molto interessante. Per qualche dollaro al mese in più, puoi anche fare qualche extra a bordo, che può essere o meno quello che stai cercando, siamo felici di essere dato la scelta.

CyberGhost

Questo servizio rumeno è anche solo $ 5 al mese, anche se dal momento che la sua suite è un po ‘meno confezionato rispetto agli altri due, abbiamo classificato ultimo. Detto questo, con le sue grandi velocità, CyberGhost vale sicuramente la pena.

Conclusione

Ed ecco, sei criteri per decidere quale VPN funziona meglio per voi, oltre ad alcune linee guida generali su cosa fare attenzione. In generale, si consiglia di andare sempre con un servizio che offre un interruttore magnetotermicoè garantito per offrire un tunnel sicuro e non tiene tronchi. Questi tre requisiti porteranno sempre ad una VPN sicura, e la sicurezza in questo caso è la chiave.

Se inoltre siete alla ricerca di facilità d’uso, velocità e un buon rapporto qualità-prezzo, possiamo sempre raccomandare ExpressVPN, NordVPN e PIA; tutti e tre i servizi offrono grande usabilità, meraviglioso servizio clienti e saranno relativamente gentili con il vostro portafoglio.

Quali sono i criteri più veri per voi? Quali sono i servizi che raccomanderesti? Fatecelo sapere nei commenti che seguono e, come sempre, vi ringraziamo per la lettura.

0 votes